Visite: 309

Notizie Locali

PUMS, QUALI BENEFICI PORTERÀ ALLA NOSTRA CITTÀ?

A breve Mirano sarà dotata di un ulteriore fondamentale strumento di pianificazione, il Piano Urbano dellla Mobilità Sostenibile (Pums). È infatti in dirittura d’arrivo il percorso avviato a gennaio 2021 e che ha visto affidare la redazione del programma alla ditta Agenda 21 Consulting Srl. È importante sottolineare un aspetto significativo: il Comune di Mirano, avendo meno di 100.000 abitanti, non era tenuto a redigere un proprio Pums in aggiunta a quello della Città Metropolitana di Venezia, cui è invece obbligato a partecipare (e che è in corso di redazione). Quella di dotarsi di un Pums comunale è una scelta forte, che dà la misura della sensibilità della nostra Città e della sua Amministrazione sui temi della mobilità, della sicurezza stradale, della sostenibilità, della partecipazione.

Ma cos’è il Pums, quali benefici porterà alla nostra Città?
A differenza dei precedenti strumenti di pianificazione del traffico il Pums mette al centro le persone, non le auto. Non ottimizza un modello previsionale sui flussi automobilistici, ma, per definire le soluzioni migliori, si mette in ascolto del territorio e della comunità, analizza i dati, rappresenta le criticità e definisce una visione strategica condivisa con il territorio in cui opera. Gli obiettivi a cui mira il Pums sono così riassumibili: efficacia ed efficienza del sistema di mobilità; sostenibilità energetica e ambientale; sicurezza della mobilità stradale; sostenibilità socio-economica. La definizione del programma è ormai ai passaggi finali, lo scorso mese si è conclusa anche la fase di partecipazione. In marzo, infatti, si è tenuto un incontro rivolto ai consiglieri comunali e, soprattutto, tre incontri dedicati agli stakeholder, a tutti quei soggetti (associazioni, ordini, ecc.) che potevano dare il proprio contributo al Pums e far giungere la voce delle persone, degli interessi, delle idee rappresentate: Legambiente, Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, l’Ordine degli architetti veneziano, ordine degli ingegneri veneziano, Gasparini Spa e Bovo Spa (le due aziende del territorio più rilevati dal punto di vista del numero di dipendenti), un referente di mobilità per gli istituti scolastici superiori, un referente di mobilità per l’ospedale di Mirano, Fiab di Mirano. Ora si sta procedendo alla stesura del documento finale, che, ponendosi necessariamente in linea con il Pums metropolitano, conterrà la traduzione degli obiettivi strategici in linee d’azione e tutti gli interventi puntuali necessari a rendere operativo il programma.