Visite: 409

Notizie Locali

MM AL POZZO: IL FUTSAL A MIRANO

Sembrava la fine del mondo, ma siamo ancora qua....cantava Vasco Rossi, ed il Pozzo c'è ancora e ci sarà. La società del MM AL POZZO, infatti, da più di 30 anni calca i campi di calcio a 5 del Veneto, facendo giocare numerosi atleti e portando nei palazzetti del triveneto la storia e il nome di Mirano. La storia, però, riguarda di solito il passato, mentre il Pozzo è proiettato nel futuro, crescendo negli ultimi anni in numero di atleti e in squadre iscritte ai vari campionati FIGC. La società del Pozzo annovera tra le proprie fila una compagine militante nel campionato regionale di serie C2 di calcio a 5, una seconda squadra iscritta al campionato di serie D e l'ultima, ma non meno importante, squadra di under 17, prima vera compagine giovanile della società. La crescita societaria si scontra, a volte, con la poca disponibilità di spazi in palestre attrezzate per poter insegnare e godere di questo sport, ma, grazie anche al rapporto di collaborazione e fiducia con l'amministrazione comunale, siamo riusciti a far giocare tutte le nostre squadre, presso la struttura denominata Hangar-Corner, presso gli istituti scolastici superiori del Corner-Majorana a Mirano.

La struttura costruita 7 anni fa era stata pensata proprio per dare una 'casa' a questa gloriosa società e dare alla comunità miranese un luogo accogliente e innovativo. Purtroppo, come spesso accade, in fase di costruzione non si è tenuto conto delle esigenze delle varie attività, omettendo la possibilità di avere una mini tribuna o avere degli spazi magazzino, essenziali per poter gestire il numeroso materiale necessario per allenamenti e partite. La palestra è condivisa con le società Miranese Volley e Pallamano Oriago, creando incastri di orari e utilizzi, non sempre facili da coniugare, ma con le quali si cerca di collaborare per dare spazio agli atleti di Mirano. Gli allenamenti delle squadre under 17 e serie D, però, vengono svolti anche nella palestra dell'istituto 8 Marzo, impianto molto spazioso, con tribune e spazi per attrezzature e magazzino, ma il cui campo di gioco risulta molto limitato. Questa evidente disparità tra le due strutture crea non pochi problemi in fase di costruzione di gioco e di allenamento specifico agli allenatori delle due squadre, che devono inventari esercizi e situazioni di gioco difficilmente replicabili al Corner. Obiettivo futuro sarà quello di avere qualche ora aggiuntiva nella palestra Hangar-Corner, cercando al contempo di rendere questa struttura molto più attrezzata per partite ed eventi, inserendo, assieme alla direzione scolastica e alla Città metropolitana (che gestisce formalmente l'impianto) delle migliorie, quali potrebbero essere un tabellone segna-punti ed un impianto sonoro. Di questo potrebbe beneficiare la comunità scolastica, sperando che si torni presto ad organizzare tornei e manifestazioni non solo sportive.

Ma gli obiettivi futuri più importanti sono quelli di far conoscere il Futsal alla comunità miranese e di far approcciare anche le società di Calcio a questo sport. Si pensa sempre che far provare qualcosa di diverso ai propri atleti, possa insinuare l'esigenza di fare altri sport, ma credo, che soprattutto in età scolare della scuola primaria, i ragazzi debbano provare più discipline, per capire a cosa siano più portati e portare le proprie esperienze nella disciplina a cui sono legati. Proprio questo si prefigge il direttivo del Pozzo, trovare delle collaborazioni con altre società, per poter far allenare anche solo 1 volta ogni settimana o ogni due dei ragazzi di altre discipline, quali il calcio o il rugby o la pallacanestro, così da rendere l'esperienza nel futsal un punto di crescita per la propria attività sportiva. Chiaramente questa idea si scontra con problemi di tempi, di spazi, di campanilismo sportivo e burocratici, ma cercheremo di instaurare con diversi enti un rapporto di collaborazione fattivo e innovativo. Nel frattempo godiamoci questa splendida realtà, fatta di dirigenti appassionati, di tecnici preparati, di collaboratori preziosi e di atleti professionali, che trovano nella 'casa' del Pozzo un rifugio sereno e coeso, dove cercare di proiettarsi verso mete insperate fino a pochi anni fa.