Visite: 86

Notizie

DPI E COVID-19

Quale dispositivo è davvero utile alla nostra sicurezza?

In considerazione dell’evoluzione del quadro epidemico, che sta interessando tutto il territorio italiano, si richiama l’attenzione sulla necessità di rispettare sia le norme dettate dal DPCM che la collaborazione di tutti ad a osservare alcune norme igieniche sanitarie con l’impegno ad avere un comportamento coscienzioso.

Non c’è ombra di dubbio che anche in questa seconda fase di contenimento del contagio da CORONAVIRUS, uno dei temi più importanti da affrontare per frenare la diffusione e migliorare la prevenzione nei luoghi pubblici, nei luoghi privati e nei luoghi di lavoro, riguarda anche l’utilizzo di dispositivi di protezione.

Tutti parlano di DPI, ossia i dispositivi di protezione individuale; ma cosa sono e come scegliere quelli giusti?

Questi dispositivi (DPI) sono attrezzature indispensabili, utilizzate allo scopo di tutelare la salute e la sicurezza delle persone come i guanti, gli occhiali, le visiere, il caschetto, le maschere facciali filtranti, le scarpe, l’abbigliamento da lavoro certificato, ecc.

I DPI per le vie respiratorie sono diversi in base allo scopo per cui devono essere impiegati; l'obiettivo però è sempre evitare o limitare l'ingresso di agenti potenzialmente pericolosi come, fumi, polveri, fibre o microrganismi come i virus, nelle vie aeree. La protezione è garantita dalla capacità filtrante dei dispositivi in grado di trattenere le particelle disperse nell’aria, le famose goccioline (droplets), impedendone l'inalazione.

Alcuni indumenti da lavoro servono per lo più ad evitare di sporcare o contaminare gli abiti civili e devono essere tolti quando il lavoratore abbandona l'area in cui sta operando, riposti separatamente dai normali indumenti e, se necessario, disinfettati, o smaltiti come rifiuti speciali. In particolare, le mascherine monouso medico-chirurgiche, lisce o pieghettate, che vengono posizionate su naso e bocca e fissate alla testa con lacci o elastici, che costituiscono un’utile barriera di protezione nella diffusione di agenti patogeni trasmissibili per via area. Inoltre, l’uso della mascherina medico-chirurgica deve essere adottato in aggiunta ad altre misure di igiene respiratoria e delle mani, e di tutte le altre misure precauzionali da tenere in luoghi pubblici e in ambiente domestico disposte nel contesto dell’emergenza da COVID-19”.

L'uso errato di una maschera può comprometterne l'efficacia di riduzione del rischio di trasmissione, così come non è consigliato l’utilizzo di una maschera non idonea allo scopo. Nel caso in cui la protezione respiratoria sia richiesta per un ambito lavorativo, inoltre, l’uso di DPI deve essere inserito nel contesto di un programma che preveda una attenta valutazione del rischio per scegliere il giusto dispositivo, oltre al necessario addestramento e la corretta formazione del lavoratore.

Roberto Pistolato
Presidente SIKURA srl
www.sikura.it