Visite: 662

Ambiente

MESTRE: AL VIA LA SETTIMANA EUROPEA DELL

MESTRE: AL VIA LA SETTIMANA EUROPEA DELL’ENERGIA SOSTENIBILE

Dopo un anno sabbatico per la pandemia, lunedì torna la “SETTIMANA EUROPEA DELL’ENERGIA SOSTENIBILE”. La manifestazione è organizzata dal 2011 dall’associazione NORDESTSUDOVEST e gode del patrocinio della Commissione Europea, del Ministero dell’ambiente della tutela del territorio e del mare, con la partecipazione di Actv, Avm, Argav (Associazione regionale giornalisti agroalimentari e ambientali del Veneto e del Trentino-Alto Adige), Asterisco Informazione, Avanzi (Sostenibilità per azioni), Chorus, Città di Venezia, Comune di Mira, Confesercenti, Energintech Srl, Enterprise Europe Network, Associazione “Amici dei fiumi del Veneto e dell’Europa”, Europe Direct Venezia-Veneto e Veritas.

Con questa cinque giorni di dibattiti e confronti, l’associazione vuole raggiungere l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini, i soggetti istituzionali, imprenditoriali e associativi e i mezzi di informazione sui temi della produzione e dell’uso intelligente dell’energia, mettendo in evidenza argomenti generali e casi concreti, coinvolgendo a questo proposito le diverse realtà interessate.

Negli ultimi anni è aumentata la sensibilità verso il tema della tutela dell’ambiente e la salvaguardia del nostro pianeta. La giovane attivista GRETA THUNBERG sta facendo scuola, mettendo sul tavolo questioni come il riscaldamento globale, la riduzione della plastica e l’inquinamento che sta avvelenando i mari e la terra. «Continuiamo la nostra azione verso una politica di energia sostenibile - spiega il vice presidente dell’associazione NordEstSudOvest, Pierantonio Belcaro - e ora sono tornati d’attualità questi elementi, come il cambiamento climatico e la conversione ecologica. Ad esempio, si deve pensare a come ridurre la plastica e lo smog. Sinora per le nostre iniziative abbiamo sempre scelto dei posti iconici di Mestre, come il Museo M9 o piazza Ferretto. Stavolta puntiamo sullo Spazio Chorus (www.progettochorus.it) di via Carducci 67 per rivitalizzare un’altra zona della città».

La parte “mestrina” della “SETTIMANA EUROPEA DELL’ENERGIA SOSTENIBILE” si snoderà in tre momenti; il primo, lunedì 25 ottobre alle 17.30, dove si parlerà de “Le politiche europee, nazionali e regionali per la sosteniblità energetica”. Interveranno il presidente del Consiglio regionale Roberto Ciambetti, il consigliere regionale Arturo Lorenzoni e la responsabile Europe Direct Venezia-Veneto del Comune di Venezia Francesca Vianello. Modererà il convegno il presidente dell’associazione NordEstSudOvest Elso Resler.

Il secondo, martedì 26 sempre alle 17.30, con il tema “L’innovazione tecnologica nella gestione dei rifiuti e la produzione di energia”. E uno degli argomenti sarà il Porto Integrato di Fusina, un modello nazionale per il trattamento degli scarti solidi urbani prodotti nel territorio. Saranno presenti dei rappresentanti dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, l’amministratore delegato di Energintech Lorenzo Lastella e il direttore generale di Veritas, Andrea Razzini. A Moderare il confronto ci sarà il tesoriere di NordEstSudOvest Alessio Molin.

Il terzo mercoledì 27, ancora alle 17.30, con il convegno dal titolo “Ricomporre città sostenibili: Gorizia, Milano e Venezia”. Per la città del Friuli-Venezia Giulia, si parlerà di come si sta preparando a essere Capitale europea della cultura nel 2025 assieme alla slovena Nova Gorica. Entrambe stanno lavorando a un’idea di riqualificazione urbanistica complessiva partendo da piazza Transalpina, sia nel versante italiano che in quello sloveno, e si ragionerà come sarà trasformata da qui ai prossimi quattro anni. Per Milano si discuterà degli interventi sui quartieri, mentre su Venezia saranno fatte delle riflessioni pure sulla futura torre da 70 metri in viale San Marco in Mestre.

Sono stati chiamati a intervenire l’urbanista di Avanzi e Sostenibilità per azioni di Milano Claudio Calvaresi, la professoressa Laura Fregolent, docente di Tecnica e pianificazione urbanistica allo Iuav di Venezia e il sindaco di Gorizia, Rodolfo Ziberna. Sarà presente per un saluto un rappresentante del progetto Chorus e modererà il pomeriggio il vice presidente di NordEstSudOvest Pierantonio Belcaro.

Dopo i primi tre giorni a Mestre, la “SETTIMANA EUROPEA DELL’ENERGIA SOSTENIBILE” si sposterà a VENEZIA e poi MIRA. Nella città lagunare, l’appuntamento di giovedì 28 sarà al Teatro dei Frari (San Polo Calle drio l’Archivio 2464/Q Venezia), con i contributi del direttore della sala stampa Sacro Conventi di Assisi Padre Enzo Fortunato e del presidente di Fondazione Symbola Ermete Realacci. Il pomeriggio è curato da Shylock Centro Universitario teatrale di Venezia.

Infine venerdì ci si sposterà all’auditorium della biblioteca comunale di Oriago di Mira (via Venezia 171/172). Dalle 20.30 si terrà un convegno su “Energia sostenibile: esperienze e progetti in Comune di Mira”. Dopo il saluto del sindaco di Mira Marco Dori, come relatori ci saranno l’assessore all’Ambiente di Mira Maurizio Barberini, Massimo Gattolin e Annamaria Pastore della Città metropolitana di Venezia, l’amministratore delegato di Energintech Lorenzo Lastella e il presidente di Legambiente Veneto Luigi Lazzaro.
A moderare il vice presidente di NordEstSudOvest Pierantonio Belcaro.